REFERENZA
Abitazione a Soliera di Modena

Descrizione del Progetto


Referenza importante in quanto concepita con lo scopo di ottenere ottime prestazioni energetiche (casa in classe “A” riferito a CasaClima della Provincia Autonoma di Bolzano).

Cliente: Privato – Soliera di Modena.
Visione complessiva dell’abitazione con la vista delle facciate su cui è stato realizzato un cappotto termico dal lato interno con pannelli di fibra di legno da 8 cm. + laterizio porizzato termoisolante da 8 cm. + intonaco a finire per complessivi 18 cm. (U = 0,30 watt/mq.°k) e serramenti con vetro camera con elevata prestazione termica (U = 1,2 – 1,4 watt/mq.°k): questi interventi di coibentazione termica dell’involucro (pavimenti/pareti/tetto/infissi) hanno permesso di ottenere un indice di prestazione energetica unitaria di 29 kwh/mq.anno che è assimilabile alla Classe “A” di CasaClima (BZ).

Pannelli solari termici a svuotamento Drain Back posizionati sulla copertura del locale tecnico..

Pompa di calore DAIKIN/ROTEX.

La centrale tecnologica è composta da due bollitori inerziali Rotex Sanicube da 500 litri cadauno in grado di accumulare energia termica da fonti rinnovabili quali il solare termico ed il termo camino e lavorare in combinazione con la pompa di calore aria/acqua in sinergia garantendo in ogni momento di sfruttare l’energia migliore al minor costo di produzione.

La centralina elettronica a bordo della HPSU COMPACT DAIKIN/ROTEX infatti con l’ausilio delle varie sonde e delle valvole deviatrici è in grado di gestire l’intero sistema in modo che, nella fase invernale, se il solare termico aiutato dalla Biomassa (termo camino a legna) sono in grado di soddisfare la richiesta dell’involucro edilizio, la pompa di calore rimane in stand-by fino a che le condizioni rimangono tali.

Se per qualsiasi motivo non vengono soddisfatti i parametri di funzionamento, viene richiesto alla pompa di calore di intervenire per sopperire alle richieste dell’impianto (acqua calda sanitaria o riscaldamento).

Gruppi miscelati per le due zone dell’abitazione (complessivi 350 mq. riscaldati)

Termocamino a legna per la produzione dell’energia termica indispensabile per il riscaldamento e l’acqua calda sanitaria dell’abitazione.

La elevata superficie di scambio termico fa si che la pompa di calore riesca a garantire la corretta produzione di acqua calda sanitaria in ogni stagione (è stata installata comunque l’integrazione di una resistenza elettrica da almeno 3/6/9 kwe che garantisce di poter fare il trattamento antilegionella e il soccorso al funzionamento ordinario in caso di blocco della Pompa di Calore).

Collettore impianti a pavimento FLOOR TECH per la distribuzione dei circuiti nelle varie stanze: l’impianto radiante a pavimento è realizzato con serpentine di tubo multistrato PERT/AL/PERT in grado di garantire un ottimo scambio di calore con il massetto anche grazie alle fibre metalliche inserite nel getto stesso delle caldane.

Particolare cura deve essere posta però nella realizzazione delle caldane in quanto le fibre metalliche devono restare annegate nel getto senza affiorare per evitare problemi successivi nella posa del rivestimento finale.

Particolare cura è stata usata anche nella scelta dei materiali di tamponamento e finitura interna, dando un particolare rilievo ai materiali di tipo ecologico e naturali: già nella scelta dell’isolante per creare un buon involucro ai fini delle dispersioni termiche si è convenuto (progettazione architettonica integrata con la progettazione termotecnica) di porre in opera dei pannelli di fibra di legno della ditta NATURALIA BAU in grado di garantirci una buona prestazione energetica con il massimo della traspirabilità delle pareti.

A ridosso del pannello in fibra di legno è poi stato posto un termo laterizio porizzato tipo TERMOFON in modo da andare ad aumentare la massa e migliorare l’U termico complessivo: come finitura è stato scelto un intonaco di calce ad elevato spessore in grado di lavorare come volano igrometrico capace di assorbire l’umidità nella fase estiva e di rilasciarla nella fase invernale creando quindi un equilibrio termodinamico stagionale che contribuisce a migliorare il microclima interno e quindi il comfort nei vari locali abitati.

Dettagli